UN MESE IN GIALLO, ZAIA: “LA SCUOLA PESA SULL’RT”

01 Marzo 2021 10:45

Ad un mese esatto dal ritorno del Veneto in zona gialla i numeri parlano chiaro: il contagio ha ripreso slancio in Regione e se gli ospedali al momento restano vuoti la preoccupazione comunque rimane.
Nel punto stampa quotidiano Luca Zaia avverte: “Ci troviamo nella stessa condizione di fine ottobre, non possiamo dormire tranquilli”. Ad oggi sono 1334 i ricoverati per covid negli ospedali veneti e 24.910 i cittadini attualmente positivi. Numeri bassi, sottolinea il presidente, ma comunque in lieve crescita.
A soffiare sulla curva il ritorno sui banchi. "Non c’è in animo di chiudere mezzo ordinanza la scuola", chiarisce Zaia, "ma spero che la comunità scientifica valuti questo tema".

Accelerata in vista per la campagna vaccinale. Avendo già fatto le scorte necessarie per la seconda inoculazione, il Veneto potrà utilizzare tutte le dosi in consegna.
Da qui a fine marzo, illustra il direttore generale Luciano Flor, saranno inoculate dalle 350 alle 370 mila dosi.
Praticamente ultimata la vaccinazione degli operatori della sanità, mentre nuove categorie a rischio vengono aggiunte a questa prima fascia di popolazione: pazienti oncologici, affetti da fibrosi cistica e trapiantati.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply