CHIMICA: AL TAR RICORSI AMBIENTALISTI SU SYNDIAL E VINYLS ACCERTAMENTI SU AREE LIMITROFE
news locale - 20/01/2011 09:52

VENEZIA, 20GEN - I ricorsi ambientalisti sulla Valutazione di impatto ambientale (Via) per Syndial e Vinyls di Porto Marghera sono stati illustrati  davanti al Tar del Veneto dall'avvocata Silvia Manderino. La legale rappresenta Ecoistituto del Veneto e Associazione Gabriele Bortolozzo in due procedimenti congiunti e per certi versi simili. Il primo ricorso solleva dubbi sul non assoggettamento a Via del potenziamento dell'impianto DL 1-2 di Syndial che produce Dicloroetano - ritenuto dagli ambientalisti cancerogeno e mutageno - per il ciclo del Cvm. Il secondo contesta la Via positiva sul progetto di aumento della capacità produttiva degli impianti Ineos di Porto Marghera da 250.000 a 260.000 tonnellate all'anno di Pvc e da 200.000 a 280.000 di Cvm. "La sensazione è stata di una certa difficoltà a replicare da parte degli altri legali - ha detto Michele Boato, fondatore e responsabile dell'Ecoistituto - perché era palese che si tratta di due provvedimenti illegittimi: il Tar deve giudicare su questioni strettamente formali e non c'é dubbio che i due ricorsi sono fondatissimi". "Syndial è un esempio clamoroso - ha proseguito - manca sia la Via nazionale che quella regionale: la legge regionale dice che la via è obbligatoria quando c'é un aumento di produzione di almeno il 25%, l'aumento invece è del 70%, raggiungiamo il 170%". "Oggi lo Stato non ha parlato - ha aggiunto - noi lo accusavamo di aver fatto per Vinyls un decreto illegittimo di valutazione: il Consiglio dei ministri non può dare una Via in assenza di giudizio tecnico, c'era semmai c'era l'invito del ministero dell'ambiente a modificare il progetto". I giudici decideranno sull'ammissibilità dei ricorsi.

CHIMICA: AL TAR RICORSI AMBIENTALISTI SU SYNDIAL E VINYLS ACCERTAMENTI SU AREE LIMITROFE

VENEZIA, 20GEN - I ricorsi ambientalisti sulla Valutazione di impatto ambientale (Via) per Syndial e Vinyls di Porto Marghera sono stati illustrati  davanti al Tar del Veneto dall'avvocata Silvia Manderino. La legale rappresenta Ecoistituto del Veneto e Associazione Gabriele Bortolozzo in due procedimenti congiunti e per certi versi simili. Il primo ricorso solleva dubbi sul non assoggettamento a Via del potenziamento dell'impianto DL 1-2 di Syndial che produce Dicloroetano - ritenuto dagli ambientalisti cancerogeno e mutageno - per il ciclo del Cvm. Il secondo contesta la Via positiva sul progetto di aumento della capacità produttiva degli impianti Ineos di Porto Marghera da 250.000 a 260.000 tonnellate all'anno di Pvc e da 200.000 a 280.000 di Cvm. "La sensazione è stata di una certa difficoltà a replicare da parte degli altri legali - ha detto Michele Boato, fondatore e responsabile dell'Ecoistituto - perché era palese che si tratta di due provvedimenti illegittimi: il Tar deve giudicare su questioni strettamente formali e non c'é dubbio che i due ricorsi sono fondatissimi". "Syndial è un esempio clamoroso - ha proseguito - manca sia la Via nazionale che quella regionale: la legge regionale dice che la via è obbligatoria quando c'é un aumento di produzione di almeno il 25%, l'aumento invece è del 70%, raggiungiamo il 170%". "Oggi lo Stato non ha parlato - ha aggiunto - noi lo accusavamo di aver fatto per Vinyls un decreto illegittimo di valutazione: il Consiglio dei ministri non può dare una Via in assenza di giudizio tecnico, c'era semmai c'era l'invito del ministero dell'ambiente a modificare il progetto". I giudici decideranno sull'ammissibilità dei ricorsi.


Notice: Undefined variable: now in /media/STORAGE3T/gruppotv7/ads_module.php on line 66
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@fintrading.tv

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy
Informativa estesa cookie
STRADA DEPURATORE DI CARMIGNANO, RIPARTONO I LAVORI ---- Riparte il progetto per il collegamento viario del depuratore di Carmignano di Brenta in #Altapadovana. Non facile procedere con il lavori, blo...

RICORSO VINTO, CITTADELLA ORA CERCA DIRIGENTE VIGILI  ---- Può dirsi definitivamente conclusa la personale battaglia legale davanti al Tar, dell'ex comandante della Polizia Local...

FUSIONE NUCLEARE: ANCHE MARGHERA TRA LE CANDIDATURE. Si saprà entro il 10 aprile se sarà Marghera ...

FIAMME IN UN RICOVERO DI SENZA TETTO: NESSUN FERITO. Poco dopo le ore 13.30, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Fratelli Bandiera a Marghera, in provincia di Venezia, per ...

PIANO DEL COMMERCIO, LA RISPOSTA DI BITONCI E' arrivata la risposta di Bitonci all'attacco di Ascom, che aveva accusato l'ex Primo Cittadino di inadempienza nell'approvazione del ...

IL TAR BOCCIA IL PIANO DEL COMMERCIO A PADOVA E' arrivata da parte del Tar la b...

Padova- Forse l'Europa commette un grave errore a detta del noto giornalista e c...

La proliferazione incontrollata delle nutrie aggrava ogni anno la situazione di dissesto  iidrogeologico, una vera mina...

 Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato la proroga al 10 febbraio 2017 ...

Dopo anni di tira e molla la parola fine è arrivata, il nuovo Polo Ospedaliero verrà costruito a Padova Est. Importante risultato ottenuto grazie alla disponibilità dell'Amminis...