INDAGINE GDF SU BANCAROTTA AZIENDA FERRO, QUINTO ARRESTO
news locale - 12/05/2011 16:29

VERONA Con l'arresto di cinque persone la Guardia di Finanza di Verona ha concluso un'indagine sul fallimento di un'azienda di San Bonifacio (Verona), la Mbm International Service Spa, operante nel commercio all'ingrosso di materiali ferrosi, dichiarata fallita nell'agosto 2009. I primi quattro arresti risalgono all'inizio di marzo; nelle ultime ore le Fiamme Gialle del gruppo tutela economia hanno eseguito una quinta ordinanza di custodia cautelare in carcere: Fabio Brazzale, 35 anni, residente a Ghedi (Brescia), titolare di una ditta individuale destinataria della fatture per operazioni inesistenti, con le quali la Mbm sarebbe riuscita a ottenere anticipi bancari da numerosi istituti di credito del territorio, facendo credere di avere un'attività florida. Per i cinque le accuse sono a vario titolo di bancarotta fraudolenta e ricorso abusivo al credito. L'indagine, durata un anno, ha permesso di accertare che tra il 2007 e il 2009 la Mbm avrebbe sottratto importi per 3 milioni 429 mila euro euro con false fatturazioni, che avrebbero permesso di ottenere anche due milioni e mezzo di euro di finanziamenti, scontando le stesse fatture in banca. Gli indagati sono accusati inoltre della distrazione di mezzi e attrezzature aziendali, tra cui una lussuosa Audi Q7. Gli altri arrestati, due in carcere e due ai domiciliari, tutti residenti nel bresciano, sono; Giovanni Bertozzi, 44 anni, di Iseo, Andrea Moscati (50) di Ghedi, Cesare Gotti (35) di Rezzato e Raffaello Paradisi (56), di Caino. Si tratta di amministratori della fallita Mbm e di una società "cartiera" che avrebbe emesso fatture per operazioni inesistenti.

INDAGINE GDF SU BANCAROTTA AZIENDA FERRO, QUINTO ARRESTO

VERONA Con l'arresto di cinque persone la Guardia di Finanza di Verona ha concluso un'indagine sul fallimento di un'azienda di San Bonifacio (Verona), la Mbm International Service Spa, operante nel commercio all'ingrosso di materiali ferrosi, dichiarata fallita nell'agosto 2009. I primi quattro arresti risalgono all'inizio di marzo; nelle ultime ore le Fiamme Gialle del gruppo tutela economia hanno eseguito una quinta ordinanza di custodia cautelare in carcere: Fabio Brazzale, 35 anni, residente a Ghedi (Brescia), titolare di una ditta individuale destinataria della fatture per operazioni inesistenti, con le quali la Mbm sarebbe riuscita a ottenere anticipi bancari da numerosi istituti di credito del territorio, facendo credere di avere un'attività florida. Per i cinque le accuse sono a vario titolo di bancarotta fraudolenta e ricorso abusivo al credito. L'indagine, durata un anno, ha permesso di accertare che tra il 2007 e il 2009 la Mbm avrebbe sottratto importi per 3 milioni 429 mila euro euro con false fatturazioni, che avrebbero permesso di ottenere anche due milioni e mezzo di euro di finanziamenti, scontando le stesse fatture in banca. Gli indagati sono accusati inoltre della distrazione di mezzi e attrezzature aziendali, tra cui una lussuosa Audi Q7. Gli altri arrestati, due in carcere e due ai domiciliari, tutti residenti nel bresciano, sono; Giovanni Bertozzi, 44 anni, di Iseo, Andrea Moscati (50) di Ghedi, Cesare Gotti (35) di Rezzato e Raffaello Paradisi (56), di Caino. Si tratta di amministratori della fallita Mbm e di una società "cartiera" che avrebbe emesso fatture per operazioni inesistenti.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
LOTTA ALLO SPACCIO: DUE ARRESTI. Proseguono da parte della polizia i controlli antispaccio che nelle...

CORONAVIRUS: IMPENNATA DI NUOVI CASI A VERONA. Sono 10.647 i #casi attualmente positivi di #Coronavirus in #Veneto, 793 sono i deceduti comp...

INFLAZIONE, A VERONA LA PIU' ALTA DEL VENETO - Sale il costo della vita in Veneto, a Verona più che altrove, dove il rincaro annuo per le famiglie nel 2019 è ...

SERATA AMARA A CITTADELLA, SFUMA SOGNO PROMOZIONE - La città murata si è riuni...

CONGRESSO DELLE FAMIGLIE AL VIA, ATTENZIONE MASSIMA - Il congresso di Verona è ...

CIM, UN TIROCINIO PER RINASCERE  Siglato stamattina a Palazzo Barbieri il protocollo d'intesa tra Comune, Cim (Comitato per l'inserimento dei minori e dei giovani in difficoltà)...

VENETO SÌ TAV, SABATO A VERONA LA MANIFESTAZIONE  Il Veneto produttivo scende in piazza per dire un chiaro sì contro ...

MALTEMPO: ZAIA FIRMA LO STATO DI CRISI PER VERONA - Sono ore difficili per il veronese, messo a dura prova dalle alluvioni e dai nubifragi del fine settimana. Il presidente Zaia f...

ARRESTATO LO STALKER DELLA SINDACA DI CASALSERUGO. Elisa Venturini, sindaca uscente di Casalserugo e in carica da dieci ...

TURISMO VENETO DA RECORD, ORA LA SFIDA È IL FUTURO - I numeri del turismo veneto costituiscono il record nazionale per numero di visitatori di breve e lunga du...