PROSTITUZIONE: ARRESTI IN VENETO; ZAIA,SARA' ESTATE PULITA
news locale - 07/06/2011 09:49

 

VENEZIA  - "Gli uomini della Questura di Venezia hanno portato a compimento un'operazione di grande rilievo, che riafferma la legalità in un territorio come quello delle spiagge, particolarmente a rischio soprattutto ora, con l'apertura della stagione turistica. Possiamo ben dire che sarà un'estate di spiagge pulite in tutti i sensi".
Con queste parole, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta gli arresti e le perquisizioni della Polizia veneziana, che hanno portato a sgominare una banda specializzata nello sfruttamento della prostituzione e nel traffico di stupefacenti, particolarmente a Jesolo, Eraclea e Cavallino.
"L'attività di controllo e repressione dei reati nelle località turistiche - aggiunge Zaia - è un messaggio molto importante che viene mandato ai milioni di turisti che si apprestano a godere delle nostre spiagge: un vero e proprio valore aggiunto, che i clienti, in particolare gli stranieri molto attenti agli aspetti legati alla sicurezza, potranno apprezzare".
"Rilevanti - secondo Zaia - anche le tipologie dei reati che sono stati stroncati: sfruttamento della prostituzione e spaccio di stupefacenti - aggiunge - sono in assoluto tra i più odiosi e pericolosi. Il primo perché innesca un meccanismo perverso di altri reati ad esso collegati; il secondo perché costituisce un gravissimo pericolo ed una grande tentazione per i tanti giovani che nelle località balneari cercano il divertimento, ma rischiano di cadere nella trappola dello sballo".
Quanto al medico del servizio pubblico che sarebbe coinvolto nella qualità di assuntore, Zaia sottolinea che "seguiremo con attenzione gli sviluppi dell'indagine che lo riguardano e, qualora ne emergesse la possibilità, assumeremo tutti i provvedimenti del caso anche sul piano amministrativo"

 

PROSTITUZIONE: ARRESTI IN VENETO; ZAIA,SARA' ESTATE PULITA

 

VENEZIA  - "Gli uomini della Questura di Venezia hanno portato a compimento un'operazione di grande rilievo, che riafferma la legalità in un territorio come quello delle spiagge, particolarmente a rischio soprattutto ora, con l'apertura della stagione turistica. Possiamo ben dire che sarà un'estate di spiagge pulite in tutti i sensi".
Con queste parole, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta gli arresti e le perquisizioni della Polizia veneziana, che hanno portato a sgominare una banda specializzata nello sfruttamento della prostituzione e nel traffico di stupefacenti, particolarmente a Jesolo, Eraclea e Cavallino.
"L'attività di controllo e repressione dei reati nelle località turistiche - aggiunge Zaia - è un messaggio molto importante che viene mandato ai milioni di turisti che si apprestano a godere delle nostre spiagge: un vero e proprio valore aggiunto, che i clienti, in particolare gli stranieri molto attenti agli aspetti legati alla sicurezza, potranno apprezzare".
"Rilevanti - secondo Zaia - anche le tipologie dei reati che sono stati stroncati: sfruttamento della prostituzione e spaccio di stupefacenti - aggiunge - sono in assoluto tra i più odiosi e pericolosi. Il primo perché innesca un meccanismo perverso di altri reati ad esso collegati; il secondo perché costituisce un gravissimo pericolo ed una grande tentazione per i tanti giovani che nelle località balneari cercano il divertimento, ma rischiano di cadere nella trappola dello sballo".
Quanto al medico del servizio pubblico che sarebbe coinvolto nella qualità di assuntore, Zaia sottolinea che "seguiremo con attenzione gli sviluppi dell'indagine che lo riguardano e, qualora ne emergesse la possibilità, assumeremo tutti i provvedimenti del caso anche sul piano amministrativo"

 

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
FINITO IL LOCKDOWN TORNANO INCIDENTI E MULTE. sulle strade la situazione è torn...

MEZZI DI TRASPORTO: SI SALE CON GUANTI E MASCHERINE. E' entrata in vigore dalla scorsa mezzanotte e lo sarà fino al 13 aprile la nuova ordinanza regionale che ...

SPECIALIZZANDI IN CORSIA, ECCO COSA CAMBIA - Le nuove assunzioni di specializzandi negli ospedali ve...

SINDACATI: "DALLA REGIONE PIU' RISORSE AGLI ANZIANI" - Nella conferenza stampa congiunta di SPI CGIL...

VENETO, NUOVI INTROITI DALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI - 6 milioni di introito nel...

MEDICI SPECIALIZZANDI, ACCORDO REGIONE-UNIVERSITA' - La Giunta Regionale ha autorizzato la firma dei protocolli di intesa tra Regione Veneto e Università di Padova e Verona per d...

ACCESO L'ABETE VENETO IN PIAZZA SAN PIETRO -  Anche quest'anno c'è molto Veneto nelle celebrazioni natalizie in Vaticano: Papa Francesco o...

SP47, PONTE CURTAROLO, ZAIA RISPONDE ALLA PROVINCIA --- Porta la data del 27 settembre 2019, la lettera che il Presidente della Provincia di Padova , Fabio Bui ...

BUFERA SU AUTONOMIA, ZAIA "IL PROGETTO È SERIO" - Botta e risposta fra il premier Conte e i governa...

UN ANNO DI T-RED, A BREVE DUE NUOVI POSIZIONAMENTI - Facciamo il punto della situazione T-RED a poco più di un anno dalla loro collocazione, con un'importante novità riguardo la ricollocazione di du...