REGIONI: VENETO; CANER, TRENITALIA NON PAGA IMPRESE PULIZIE
news locale - 30/08/2011 13:16

VENEZIA, 30 AGO - Non sono solo i treni, spesso e volentieri, ad essere in ritardo, ma da qualche mese anche gli stipendi degli addetti alle pulizie di treni e deposito locomotive della stazione di Treviso. La questione riguarda circa una ventina di lavoratori delle aziende Compass Group e Nord Servizi costituite in associazione temporanea di servizi. "Questi dipendenti - spiega il capogruppo leghista in Consiglio regionale, il trevigiano Federico Caner - da tempo non ricevono puntualmente il loro stipendio, e questo, a quanto mi viene riferito, perché Trenitalia non rispetta i termini di pagamento previsti dal contratto con le due società per la corresponsione dei servizi resi nel settore pulizia in ambito ferroviario". "Questo ritardo - prosegue Caner - non è un problema da poco per 20 famiglie trevigiane specialmente in questo momento, dato che i lavoratori da settimane attendono lo stipendio utile a garantire un tenore di vita dignitoso. Per risolvere questa situazione ho presentato un'interrogazione alla Giunta regionale, chiedendo con risposta immediata di intervenire presso Trenitalia per far rispettare i termini di contratto con le due aziende di pulizie. Spero che per il futuro la stessa Trenitalia voglia impedire il ripetersi di situazioni del genere, ed auspico che nel contratto sottoscritto dalla Regione siano contenute anche delle clausole per il rispetto di questi diritti fondamentali dei nostri lavoratori". "Personalmente - conclude Caner - ho ricevuto segnalazioni da alcuni di loro, che mi hanno chiesto un intervento presso Trenitalia utile a risolvere questa situazione. E' intollerabile che a rispondere dei ritardi di una azienda delle dimensioni di Trenitalia sia l'ultimo anello della catena, cioé i lavoratori che si adoperano per la pulizia dei vagoni e del deposito locomotive. Per questo mi auguro che l'assessore competente intervenga con prontezza, in questa occasione e in futuro, facendo rispettare il contratto in essere".

REGIONI: VENETO; CANER, TRENITALIA NON PAGA IMPRESE PULIZIE

VENEZIA, 30 AGO - Non sono solo i treni, spesso e volentieri, ad essere in ritardo, ma da qualche mese anche gli stipendi degli addetti alle pulizie di treni e deposito locomotive della stazione di Treviso. La questione riguarda circa una ventina di lavoratori delle aziende Compass Group e Nord Servizi costituite in associazione temporanea di servizi. "Questi dipendenti - spiega il capogruppo leghista in Consiglio regionale, il trevigiano Federico Caner - da tempo non ricevono puntualmente il loro stipendio, e questo, a quanto mi viene riferito, perché Trenitalia non rispetta i termini di pagamento previsti dal contratto con le due società per la corresponsione dei servizi resi nel settore pulizia in ambito ferroviario". "Questo ritardo - prosegue Caner - non è un problema da poco per 20 famiglie trevigiane specialmente in questo momento, dato che i lavoratori da settimane attendono lo stipendio utile a garantire un tenore di vita dignitoso. Per risolvere questa situazione ho presentato un'interrogazione alla Giunta regionale, chiedendo con risposta immediata di intervenire presso Trenitalia per far rispettare i termini di contratto con le due aziende di pulizie. Spero che per il futuro la stessa Trenitalia voglia impedire il ripetersi di situazioni del genere, ed auspico che nel contratto sottoscritto dalla Regione siano contenute anche delle clausole per il rispetto di questi diritti fondamentali dei nostri lavoratori". "Personalmente - conclude Caner - ho ricevuto segnalazioni da alcuni di loro, che mi hanno chiesto un intervento presso Trenitalia utile a risolvere questa situazione. E' intollerabile che a rispondere dei ritardi di una azienda delle dimensioni di Trenitalia sia l'ultimo anello della catena, cioé i lavoratori che si adoperano per la pulizia dei vagoni e del deposito locomotive. Per questo mi auguro che l'assessore competente intervenga con prontezza, in questa occasione e in futuro, facendo rispettare il contratto in essere".

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
PROTEZIONE CIVILE, UNA FESTA PER RINGRAZIARLI - Si è svolta presso la sede della Protezione Civile di Padova, una cerimonia per ringraziare e premiare tutti i ...

CALANO I RICOVERI,IN OSPEDALE SUPERATI 1000 DECESSI. Sono 9.925 i #casi attualmente positivi di #Coronavirus in #Veneto, 1.206 sono i deceduti complessivi e 5.7...

IN CALO GLI ATTUALMENTE POSITIVI: OGGI -163. Sono 10.618 i #casi attualmente pos...

CORONAVIRUS: RICOVERI IN CALO. Sono 10.800 i #casi attualmente positivi di #Coronavirus in #Veneto, 981 sono i deceduti...

NESSUN NUOVO CASO NE A VENEZIA NE A ROVIGO. Sono 10.789 i #casi attualmente positivi di #Coronavirus in #Veneto, 940 son...

IN CALO GLI ATTUALMENTE POSITIVI. Sono 10.710 i #casi attualmente positivi di #Coronavirus in #Veneto, 899 sono i deceduti complessivi e 2.6...

CONTINUA IL LENTO CALO DEI RICOVERATI. Sono 10.759 i #casi attualmente positivi di #Coronavirus in #Veneto, 869 sono i deceduti complessivi e 2.542 le persone che si sono negativi...

309 NUOVI CASI: OLTRE 100 a VERONA. Sono 10.749 i #casi attualmente positivi di #Coronavirus in #Veneto, 831 sono i deceduti complessivi e 2.188 le persone che...

IL QATAR DONA AL VENETO UN OSPEDALE DA CAMPO  L’annuncio di un grande dono ha colpito i presenti ...

40.000 POSTI DI LAVORO PERSI IN VENETO. Dal 23 febbraio, giorno dell’entrata in vigore del primo provvedimento restrittivo per contrastare la pandemia da Cor...