OPERE D’ARTE VENDUTE “ A NERO “

07 Giugno 2021 16:28

La Guardia di Finanza di Pordenone ha indagato un noto esperto d'arte locale per un'evasione fiscale di quasi due milioni di euro e per condotte anti-riciclaggio. E' stata accertata la vendita "a nero" di opere d'arte in Italia e all'estero, ed è stato disposto dal Gip del Tribunale un sequestro preventivo per un milione di euro. L'uomo indagato, a fronte di una situazione reddituale al limite dell'indigenza (dichiarava mediamente 5/9.000 euro lordi all'anno) palesava elevate disponibilità patrimoniali e un alto tenore di vita essendo, tra l'altro, proprietario di immobili nelle province di Pordenone e Udine e nella città di Venezia.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply