IMMIGRAZIONE CLANDESTINA: ZAIA, NON CANCELLIAMO REATI

immigrazione-clandestina-zaia-non-cancelliamo-reati
22 Gennaio 2014 11:51

VENEZIA – "Non condivido che si debba cancellare il reato di clandestinità". Commenta così il presidente del Veneto Luca Zaia il disco verde dato dall'aula del Senato al disegno di legge sulla messa alla prova che contiene l'emendamento del governo per limitare il reato di clandestinità ai casi di recidiva.
"Siamo una regione particolarmente ospitale – ha spiegato Zaia – che ha oltre 500mila immigrati molti dei quali integrati con un progetto di vita. Ma siamo anche per una immigrazione possibile che è quella di chi arriva rispettando le nostre leggi e la nostra identità non a delinquere".
"La vera questione – ha sottolineato Zaia – è che oggi la crisi morde e dobbiamo garantire innanzitutto i cittadini del Veneto, garantire loro di avere modo di vivere a prescindere dalla loro estrazione. Dobbiamo dire con chiarezza che non siamo in grado di far fronte a nuove emergenze".

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply