TRAFFICO INTERNAZIONALE DI DROGA, NOVE ARRESTI

01 Ottobre 2014 15:55

Nove gli arresti eseguiti dalla Squadra Mobile patavina, tutti italiani dediti al traffico di sotanze stupefacenti fra Padova e Venezia e collegati alla disciolta Mala del Brenta. Le indagini sono partite più di un anno fa, da un cuoco di un hotel di Abano Terme nel padovano che aveva creato un canale di approvvigionamento della cocaina dalla Colombia. Arrestato questo, a seguito di altre indagini, la banda che spacciava cocaina in molte piazze venete si era subito riorganizzata grazie ad un giostraio di etnia rom. Particolarmente difficili le indagini visto che il gruppo non utilizzava telefoni cellulari e per impedire intercettazioni ambientali utilizzava apparecchi che disturbano e mettono fuori uso "cimici" e altri strumenti utilizzati per le intercettazioni. Alcuni degli arrestati erano dediti non solo allo spaccio di droga, ma anche alla pianificazione di assalti agli sportelli bancomat e reati contro il patrimonio in genere. In manette sono finiti Antonio Maniero, 59 anni, Giuliano De Checchi, 54, Stefano Lodovici, 41, Vincenzo Pellegrino, 34, tutti di Camponogara nel veneziano, Paolo Gianolli, 63enne di Venezia, Luca Marcato, 43enne di Legnaro nel padovano, Alessandro Prevedello, 38enne di Santa Maria di Sala nel veneziano, Nicola Zampieri, 47 anni di Saonara nel padovano, e Antonio Bastianello, 57enne di Brugine nel padovano. Ad eccezione di Maniero, De Checchi e Marcato che erano a capo dell'organizzazione, tutti gli altri arrestati avevano attività di copertura. Alcuni di loro erano barbieri di paese, altri artigiani, altri ancora commercianti.

Clicca mi piace sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/gruppotv7 per rimanere aggiornato in tempo reale sulle notizie del tuo territorio. Grazie

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply