PADRI DETENUTI, LUDOTECA PER RIDARE DIGNITA’

17 Febbraio 2015 14:58

Per i figli un padre è sempre un eroe, ma se si trova in carcere come può un bambino capire ciò che accade? Gli arresti avvengono quasi sempre in casa durante le ore notturne , così i bambini spesso subiscono il trauma di vedere il proprio padre prelevato con la forza. Spesso per il detenuto, passano mesi prima di poter riabbracciare i propri cari, creando così uno strappo con i figli . Le madri, devono occuparsi del mantenimento e non potendo chiedere continuamente permessi finiscono per non accompagnare più in carcere i figli. Dopo le solite tre o quattro domande di rito il dialogo si esaurisce e da tutto questo nasce così l'esigenza di supportare con volontari e spazi ludici attrezzati queste tristi realtà. Ahi me! Se uno si trova in carcere un motivo c'è di sicuro, ma cerchiamo di leggere con occhi di bambino una situazione inspiegabile. Telefono Azzurro da anni con la propria sensibilità e con la disponibilità di persone speciali come Concetta Fragasso, Responsabile di "Bambini e Carcere" è una presenza discreta accanto a quelle famiglie che vivono la dura realtà della carcerazione, ridando dignità a quei padri che dietro le sbarre l'hanno persa.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply