MALMENATO IN CENTRO A PADOVA, NELL’INDIFFERENZA DEI PASSANTI

05 Novembre 2015 18:16

Sono accusati di rapina e lesioni personali volontarie in concorso i quattro ragazzi, un maggiorenne e tre minori, arrestati dai Carabinieri di Padova nella serata di ieri. I quattro poco prima si erano resi resposnsabili di una aggressione ad un 19enne che si era fermato con la sua bicicletta in Prato della Valle. Marco, questo il nome della vittima, è stato circondato e poi pestato dal gruppo di ragazzi che lo hanno lasciato a terra e derubato della bicicletta e del cellulare. I Carabinieri hanno intercettato e bloccato il gruppetto in una via limitrofa ancora in possesso della bicicletta.  Accompagnati negli uffici della stazione, sono stati identificati: Mohamed Alì GHANMI, tunisino, 18enne, residente a Padova,  A.N., 16enne, residente a Padova; G.E., 17enne albanese, domiciliato a Padova all’interno di una comunità, O.M., 16enne, residente a Limena (PD). La vittima, ricorsa alle cure del pronto soccorso dell’ospedale civile, ha riportato una frattura delle ossa nasali, con una prognosi di 12 giorni.
Come disposto dal Pubblico Ministero della Procura Ordinaria, il tunisino è stato accompagnato nella propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, in attesa della celebrazione dell’udienza. Per quanto riguarda i tre minorenni, invece, la competente Autorità Giudiziaria ha disposto che solo il giovane albanese venisse accompagnato e trattenuto al C.P.A. di Treviso, applicando, per i restanti due, l’obbligo della permanenza in casa, nelle rispettive abitazioni. La ricostruzione dei fatti in questa intervista a Simonetta, mamma del 19enne.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply