AUTONOMIA VENETO, PARTE IL NEGOZIATO CON ROMA

17 Marzo 2016 16:07

Venezia – Giornata memorabile per l'autonomia del Veneto. Queste le parole con cui il Governatore Luca Zaia annuncia il via ai negoziati con cui la Regione chiederà l'autonomia per mezzo referendario al Governo. Il documento siglato pubblicamente davanti ad Assessori e Organi della Stampa, via posta certificata sarà inoltrato a Palazzo Chigi che per legge entro 60 giorni dovrà dare risposta per dare il via al referendum. Sembra quindi che tutto sia in regola e che proprio da Roma nonostante i passati intoppi ci sia il via libera. Sono circa 20 miliardi di gettito tasse che resterebbero nel territorio in caso i veneti esprimano parere positivo per l'autonomia, con un pil "affare" per Roma, così ne parla il Governatore di 60. Tutto resterebbe sotto il controllo gestionale veneto dalla Sanità, alla Scuola, il mondo del lavoro e gli auti sarebbero gestiti da chi conosce le problematiche del territorio, così gli interventi per l'Agricoltura o per le Infrastrutture. Zaia che sottolinea quanto sia la Regione più parsimoniosa d'Italia annuncia; " O vince Roma o vince il Veneto!", ricordando che comunque l'autonomia non cannibalizza l'indipendenza e vice versa, ricordando inevitabilmente i percorsi di successo in Scozia e in Catalogna.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply