SESSO E ORGE, LA CHIESA SMETTA DI INSABBIARE LA VERITA’

07 Febbraio 2017 16:41

SESSO E ORGE, LA CHIESA SMETTA DI INSABBIARE LA VERITA'.

L'intervista a Don Franco Barbero, ex presbitero italiano, noto per le sue critiche alla dottrina, liturgia e al magistero della Chiesa cattolica.

La natura umana è fortemente attratta dalla morbosità di alcune vicende, è il caso di Don Andrea Contin parroco a luci rosse di Padova. L'ex prelato, sospeso a divinis dal Vescovo Mons Claudio Cipolla è scomparso fisicamente da Padova, pare si trovasse almeno fino a poco tempo fa a Trento, presso la congregazione di Gesù Sacerdote, struttura specializzata nel recupero dei sacerdoti che hanno perso la «retta via», in attesa della conclusione delle indagini che lo vedono accusato di induzione alla prostituzione e violenza privata. Per il clamore della vicenda, pare abbia di recente subito il furto di identità, la sua pagina Facebook sembra sia stata clonata da un finto Don che risponde a tutti i commenti postati. Quello del sesso per la Chiesa è sempre stato un tallone d'Achille che vede preti come Don Franco Barbero combattere per il cambiamento. L'ex Don cuneese espulso a divinis da Papa Wojtyla ha da sempre sostenuto l'importanza di vivere la sessualità liberamente. Celebre la sua frase che gli costò la tonaca; "Diventiamo etero e omo in mille modi diversi. Dio non fa un pezzo sbagliato, Dio non è la Fiat “. Reprimere le naturali pulsioni può portare a conseguenze gravi su psiche e serenità spiega l'ex prelato ormai 79enne. Conseguenze che sfociano nei fatti di cronaca che ben sappiamo. Si parla da molti anni di preti e suore e storie scabrose di sesso o di vicende che sfociano in scelte d'amore pulite come quella di smettere gli abiti talari e prender moglie.Le cose quindi devono cambiare, forse i tempi non sono ancora maturi nonostante le importanti riforme di Papa Francesco , ma se aspettiamo ancora troppo chissà quanti altri casi rimpingueranno la cronaca.

 

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply