OMICIDIO NOVENTA, UN TRIO FREDDO E SPIETATO

10 Maggio 2017 17:03

Si è conclusa ieri intorno alle 18.00 la prima giornata del processo per l'omicidio di Isabella Noventa. Il Pm Giorgio Falcone ha letto al Giudice Dott.ssa Tecla Cesaro, parte dell'impianto accusatorio che vede i fratelli Sorgato imputati per omicidio volontario premeditato e distruzione di cadavere e la loro complice Manuela Cacco di simulazione di reato e stalking. Falcone ha smontato a dire dei testimoni presenti nell'aula Giovanni Falcone presso il Tribunale di Padova, già 16 punti della difesa. Inoltre il Pm ha avvalorato la dichiarazione spontanea rilasciata in fase di interrogatorio da Manuela Cacco che ha indicato come esecutrice materiale dell'omicidio di Isabella , Debora Sorgato. Sembrerebbe infatti che la donna scomparsa ormai da più di un anno, potrebbe essere stata presa a colpi di mazzetta sul capo e il corpo imbustato gettato nel fiume Brenta,dai restati complici del trio. Emergono dalle carte processuali, in mano anche a Paolo Noventa e Piero Gasparini , fratello e ex marito di Isabella Noventa, che tutto è stato pianificato e dalle intercettazioni durante i colloqui tra familiari arrivano conferme della lucida crudele freddezza di alcuni tra i tre imputati. Il processo riprenderà questo giovedì intorno alle 09.00 del mattino.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply