TROPPO SNOB I GIOVANI LAVORATORI ITALIANI

07 Settembre 2017 17:25

TROPPO SNOB I GIOVANI LAVORATORI ITALIANI—-«Non riesco a trovare apprendisti. Evidentemente i giovani pensano che lavorare in un’azienda metalmeccanica sia poco gratificante. E sì che lo stipendio è migliore di quello che potrebbero trovare altrove». «Abbiamo urgente bisogno di una decina tra saldatori, meccanici e carpentieri, da assumere immediatamente. Li stiamo cercando da mesi e non riusciamo a trovarli». Questi sono solo alcuni tra i molti appelli di imprenditori veneti alla disperata ricerca di manodopera specializzata. Personale setacciato sia tra gli istituti professionali che tra le agenzie interinali in cui sembra non si trovino profili adatti. La ricerca è resa vana forse dall'allontanamento dei giovani italiani da tipologie di lavoro in cui si fatica o ci si sporca le mani? E' realmente così la nuova generazione nel nostro Paese? Del Veneto, famoso proprio per il “rimboccarsi le maniche”? Da Verona, se la fabbrica non piacesse, nel mese di febbraio arriva lo sfogo di un noto imprenditore che possiede una catena di ristoranti sushi, che testimonia di molti giovani che nemmeno si presentano ai colloqui inventando scuse surreali. Spesso come nei casi citati gli imprenditori garantiscono uno stipendio superiore alla media, ma anche questo sembra non attirare. A Castelfranco due dei locali del centro storico espongono da mesi un cartello con l'offerta di lavoro, richiesta unica, minima esperienza. Crisi del lavoro e disoccupazione che si soppesa durante la ricerca di occupazione a suon di : “ Devo lavorare anche durante i week-end? Ho l'auto e il cellulare aziendale? Di ultima generazione s'intende!? Eppure il tasso di disoccupazione tra i giovani in questa torrida estate è passato dal 35,2% al 37% posizionando l'Italia in Euro zona, al terzo posto in negativo dopo la Grecia; 46,6% ; e la Spagna 38,6%. Saranno forse più volenterosi i giovani tedeschi dato che il tasso si è fermato a 3,9% o gli olandesi con un 9%.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply