ALLOGGI ERP: E’ SCONTRO A PALAZZO MORONI

02 Aprile 2021 11:44

Ricevute 1.500 richieste di casa dai padovani in difficoltà, il comune in un anno ne ha assegnate 30. E’ questo quanto denunciano i consiglieri di opposizione del parlamentino di Palazzo Moroni. Una situazione, a detta loro, ancor più preoccupante se si considerano, i dati degli anni precedenti: nel 2017 le assegnazioni sono state 109, 65 l’anno seguente, 53 nel 2019 e sole 34 nel 2020.

Allo stesso tempo preoccupano i dati relativi sia alle emergenze abitative: solo 2 nel 2019 e nel 2020 contro le 32 del 2018, sia alla mobilità, zero nel 2019. Ma preoccupa anche l’esistenza di tante case vuote che se non assegnate possono essere pretesto per occupazioni abusive.

Pronta la replica dell’Assessore che ricorda come nel 2017 sia cambiata la legge regionale per le assegnazioni dell’edilizia residenziale pubblica, la cui entrata in vigore ha impedito per un certo tempo le assegnazioni per via della scadenza della graduatoria precedente e della pubblicazione della nuova che ha visto circa 130 ricorsi ad allungare ulteriormente i tempi.

Intanto l’Ater ha stanziato 7 milioni di euro per interventi di riqualificazione edilizia ed ambientale in 10 fabbricati degli anni’20 del quartiere Palestro. Per realizzare i lavori nei 63 alloggi, 44 abitati stabilmente, sarà necessario trasferire gli inquilini, garantendo un’adeguata sistemazione a tutti i nuclei famigliari. Le spese di trasloco saranno completamente a carico di Ater.

Intervistati: ELEONORA MOSCO – Consigliere comunale – Lega Nord; VERA SODERO – Consigliere comunale – Lega Nord; MARTA NALIN – Assessore alle Politiche sociali – Comune di Padova; GIANLUCA ZARAMELLA – Presidente ATER Padova

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply