IL CITTADELLA NON VINCE PIU’, PLAYOFF ORA A RISCHIO

06 Aprile 2021 10:59

Il turno di Pasquetta della Serie B lascia in dote un Cittadella che sembra aver smarrito la via della vittoria. Al Tombolato, contro la Reggina, finisce 1-1. E così sono quattro le partite di fila senza successi per la squadra di Venturato, che ora vede il margine playoff ridottissimo, visto che il Brescia nono in classifica dista solo tre punti.

Succede tutto nel secondo tempo: i granata si portano in vantaggio grazie al gol di Giacomo Beretta, bravo a concretizzare il bell’assist di Tsadjout. Tredici minuti dopo, però, l’ennesima dormita difensiva costa il pareggio: punizione di Edera, deviazione di Cionek e Bianchi mette dentro.

Al triplice fischio il bilancio è quantomeno preoccupante: 13 punti in 13 partite nel girone di ritorno, e ora il cambio di passo diventa davvero improcrastinabile.

Il Vicenza perde l’occasione di accorciare in zona playoff a causa della sconfitta per 2-1 contro l’Ascoli. Dionisi e Sabiri portano in doppio vantaggio i marchigiani, in pieno recupero Gori accorcia le distanze ma ormai è troppo tardi.

Rimanendo in zona playoff, Venezia e Spal fanno 1-1 e si portano a casa un punto a testa: al vantaggio di Di Francesco risponde Ceccaroni.

Ma destinato a far discutere è il caso Empoli-Chievo, non giocatasi a causa del focolaio scoppiato tra i toscani, con 11 giocatori e due membri dello staff risultati positivi. Fatto questo che aveva portato al rinvio della gara di venerdì contro la Cremonese, un “bonus”possibile solo una volta in stagione. Per questo, ieri si è assistito a quanto visto in Serie A con Juventus-Napoli e Lazio-Torino. I clivensi si sono presentati regolarmente al Castellani, dove invece non c’era la squadra di casa bloccata dall’Asl Toscana Centro, e hanno atteso i canonici 45 minuti.

E ora, che succederà? Il giudice sportivo, espressosi in giornata, non ha omologato lo 0-3 a tavolino ma ha dichiarato la gara “sub iudice”. Un passo in più verso la disputa regolare dell’incontro, al netto di eventuali ricorsi che il Chievo potrebbe presentare.

Ennesimo caso controverso di questa stagione anomala che rischia di trascinarsi ancora per diverse settimane.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply