SANITA’: VENEZIA; COLETTO, PRONTI A CONFRONTO CON ORSONI

sanita-venezia-coletto-pronti-a-confronto-con-orsoni
30 Giugno 2011 13:23

VENEZIA, 30 GIU – "Dalle dichiarazioni del sindaco Orsoni di oggi colgo una notevole preoccupazione in materia di sanità, e vorrei in qualche modo tranquillizzarlo: nessuna discriminazione è mai stata fatta dalla Regione nella sua programmazione sanitaria nell'area veneziana. Siamo pronti ad condividere una riflessione sugli eventuali problemi". Lo dichiara oggi l'assessore regionale alla sanità Luca Coletto, rispondendo alle critiche rivolte dal primo cittadino di Venezia alle scelte sanitarie operate dalla Regione. "Chiedo però – aggiunge Coletto – di farlo ragionando su dati e situazioni oggettive, quanto più lontane possibile dalla polemica politica". Entrando nel merito tecnico dei problemi esposti dal sindaco, Coletto inizia dalla questione elicottero al Lido. "Nell'area Lido-Pellestrina – sottolinea – l'anno scorso il mezzo non ha compiuto più di 2 o 3 interventi e nessuno su Venezia centro storico. Il motivo è semplice: sulle distanze brevi e in un territorio fortemente urbanizzato, l'elicottero non ha tempi d'intervento efficienti. Nei tempi necessari di accensione, decollo e atterraggio o intervento in sospensione con verricello arriva molto prima un mezzo di terra o un'idroambulanza. Non a caso abbiamo potenziato la dotazione con una nuova ambulanza medicalizzata H24 stanziata a Cavallino ed una nuova idroambulanza medicalizzata H24 stanziata al Lido stesso". In caso di effettiva necessità dell'elicottero, spiega l'ssessore – "questo è in grado di arrivare da Treviso o da Padova ben all'interno dei tempi internazionalmente considerati ideali, e cioé 15 minuti. Nessun taglio e nessuna discriminazione, quindi, anche perché alla nuova organizzazione sono dedicate pressoché le stesse risorse necessarie per coprire i costi del velivolo". "Semplicemente – prosegue – riteniamo che questa sia più efficiente e sia in grado di dare risposte migliori alle necessità della popolazione". Quanto a finanziamenti ed organizzazione, Coletto tiene a precisare che "per il 2011 l'Ulss 12 ha ottenuto 11 milioni di euro di finanziamenti in più rispetto all'anno precedente e una cospicua assegnazione a copertura dei costi del project financing dell'ospedale all'Angelo". "In questo riparto, al posto della semplice riserva del 25% per le cosiddette aree svantaggiate – conclude -, abbiamo applicato un nuovo criterio, tecnicamente più equo, composto dalla quota capitaria e dalla pesatura della popolazione anziana. Il risultato è stato superiore di ben 11 milioni a quello dell'anno scorso".

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply