CITTA’ METROPOLITANA: ORSONI,STRADA COMUNQUE E’ GIA’ SEGNATA

citta-metropolitana-orsoni-strada-comunque-e-gia-segnata
10 Dicembre 2012 12:38

VENEZIA, 10 DIC – Il rischio che decada il decreto di riordino delle Province, comprese le norme per l'attuazione delle Città metropolitane, è ritenuto dal sindaco di Venezia Giorgio Orsoni "non del tutto improbabile, in queste ore". La mancata attuazione della ridefinizione delle Province come previsto, però, per Orsoni cambia poco: "La strada – ha spiegato in occasione del convegno 'Le dimensioni e i progetti di Venezia Metropoli' organizzato dalla Fondazione Venezia 2000 – è già segnata dalla legge 135, approvata in agosto. Anche se il decreto dovesse decadere, la Città metropolitana di Venezia andrà quindi avanti nel modo previsto dalla legge". "Quel che cambia – ha aggiunto – è solo l'ambito, ma non per tutte le Città metropolitane previste, bensì solo per quelle che potevano avere diversi ambiti come Milano, Firenze e come avrebbe potuto essere anche Venezia". Né, quindi, cambia alcunché nemmeno nella prospettiva di un'elezione diretta degli amministratori del nuovo ente. "L'elezione diretta – riprende Orsoni – non c'é mai stata. C'erano degli emendamenti dell'Anci per mettere in chiaro il sistema normale che vedeva nel sindaco del capoluogo il sindaco metropolitano, con l'elezione dei consiglieri come elezione di secondo grado, come per le Province".

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply