RISSA IN PIAZZA DUOMO, GIORDANI “CHI SBAGLIA PAGA”

10 Maggio 2021 11:29

Schiamazzi, offese e violenza. Nel tepore di Piazza Duomo, cuore storico di Padova, il sabato sera si trasforma in una scena da videogioco, uno di quelli dove per ottenere le cose bisogna spaccare tutto, fino all’arrivo della Polizia.
Una brutta pagina cittadina, scritta da autori giovanissimi.
Il tutto si è svolto in pochi minuti, intorno alle 20 di sabato. Una ragazza, forse alterata da alcol o droghe, ha cominciato a tirare calci alle vetrine dei negozi, dirimpetto al Duomo, compreso il bar ristorante Gancino.
L’intervento della sicurezza non è bastato a placare la ragazza, raggiunta da amici e fidanzato, che si sono scagliati anche contro i camerieri.
Neppure l’impegno di due vigili della Locale è stato sufficiente a raffreddare gli animi e in breve tempo si è dovuto richiedere l’intervento della Polizia di Stato.
Identificati i disturbatori e ripristinato l’ordine, piazza Duomo è tornata calma. Ma le immagini di quanto avvenuto hanno iniziato a girare nel web, fra lo sgomento di parti politiche e privati cittadini.
Un episodio, solo l’ultimo in ordine di tempo, che ha riacceso i riflettori su un nuovo, inaspettato spazio problematico della città.

LE REAZIONI
Netta la condanna di tutte le istituzioni cittadine rispetto all’accaduto. Meno chiara la strategia per evitare che si ripeta.
Per il Questore Isabella Fusiello l’episodio indica un disagio di base che non può essere affrontato con il presidio costante della Polizia.
Sulla stessa linea il Prefetto Renato Franceschelli, che ha confermato di non avere sul suo tavolo nessun provvedimento extra rispetto a quanto già disposto.
Meno incline alla comprensione il Sindaco Giordani, che ha sottolineato la volontà di studiare misure ad hoc per il prossimo fine settimana.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply