ATER, 62 MILIONI DI INVESTIMENTI E LA MOROSITÀ CALA

13 Maggio 2021 13:30

Ristrutturazioni, efficienza energetica e lotta all’abusivismo. Sono questi i fili conduttori dell’attività che l’Ater di Padova ha portato avanti negli ultimi cinque anni arrivando, in questo periodo, ad investire fondi per 62 milioni di euro nell’edilizia residenziale pubblica.

E la voce più cospicua di spesa, sono state le ristrutturazioni del proprio patrimonio: in ben 1,176 alloggi popolari sono partiti progetti, cantieri e interventi costruttivi e di recupero, con l’aggiunta di 11.500 attività di manutenzione ordinaria e di pronto intervento per un controvalore economico pari a 14 milioni e mezzo di euro.

All’interno della grande macchina dell’edilizia sociale, però, non c’è solo il semplice mantenimento degli alloggi. In questi anni sono stati avviati anche progetti speciali: dal Superbonus 110%, al bando “Qualità dell’abitare”, migliaia di unità abitative tra Padova e provincia presto avranno un incremento dell’efficienza energetica, mentre si sono anche destinati spazi e opportunità ad associazioni che si muovono al fianco di disabilità e volontariato.

L’Azienda, con i suoi 9200 alloggi e inquilini che si aggirano intorno alle 23 mila unità, ha istituito anche l’ufficio “Verifiche ed ispezioni”, chiamato a controllare la sussistenza dei requisiti degli inquilini e verificare che le case non vengano utilizzate in maniera impropria: oltre 4mila, le verifiche effettuate nel 2020, e che hanno portato a sanare importanti situazioni di illegalità, e a fa calare il tasso di morosità, che è passato dall’8,19% del 2016 al 5,94% del 2019.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply