I SANITARI NON VACCINATI CHIEDONO ACCERTAMENTI

21 Luglio 2021 11:35

E’ una situazione davvero delicata quella che parte del personale sanitario e socio-sanitario italiano non ancora vaccinato sta vivendo.
Entro il 31 luglio queste persone che operano presso Strutture Ospedaliere, Case di Riposo o strutture mediche devono sottoporsi obbligatoriamente alla vaccinazione anti Covid come previsto dall'art. 4 del Decreto Legge n. 44/2021.
Un obbligo mal digerito dalla categoria che però rischia come avvenuto già in alcuni casi, la sospensione dall'esercizio della professione sanitaria e anche dalla prestazione dell'attività lavorativa. In alcune Regioni sono già scattati i primi ricorsi dopo le prime sentenze contrarie.
Sembra non ci sia scelta.
Le Sigle Sindacali che stanno seguendo la vicenda, nel caso di Padova, incontreranno i vertici aziendali in cerca di possibili soluzioni.
Tra le fila di chi al momento non si è ancora vaccinato, sembra non ci siano “militanti No Vax” ma semplici Medici, Infermieri e Oss.
Persone spaventate per problemi di salute o per vicende negative personali legate alle vaccinazioni.
Chiedono maggiori informazioni e visite mediche per scongiurare qualsiasi rischio. In mancanza di soluzioni potremmo assistere all’ennesima ricerca disperata di personale da parte del mondo della Sanità italiana.

L’intervista a : LUIGI SPADA UIL FPL Padova

Servizio di EMILIANO SCHINCAGLIA

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply