PADOVA RIPARTE DALLO SPORT DI BASE

14 Ottobre 2021 14:19

Lo sport riparte a Padova e lo fa grazie al sostegno economico dell’amministrazione alle associazioni sportive senza fini di lucro in difficoltà a causa del covid.

Si stima che delle circa 700 associazioni sportive attive nel territorio padovano il 30% sia in forte difficoltà, alcune sono state costrette a chiudere definitivamente, altre invece si sono fuse tra loro. Ed è proprio per evitare che ulteriori associazioni spariscano che Palazzo Moroni mette a disposizione circa 1 milione e mezzo di euro (il triplo della cifra ordinariamente elargita), e lo fa utilizzando una parte dei 37 milioni di euro arrivati nelle casse comunali grazie alla battaglia legale avviata dall’amministrazione Bitonci, portata avanti dall’attuale e vinta contro lo Stato, in merito alla ripartizione, a livello nazionale, del Fondo di solidarietà comunale relativo all’anno 2015.

Ma la giunta non solo a deliberato l’aumento della cifra, ma ha anche deciso di superare il limite dell’80% del disavanzo tra le entrate e le uscite rendicontate per lo svolgimento dell’attività effettuata nel 2021 portandolo al 100% fino ad un massimo di 70.000 euro per ciascuna domanda.

Per presentare domanda di accesso al contributo, il cui termine scade il primo novembre, la associazioni interessate (che devono avere la sede nel Comune di Padova o comunque svolgervi la maggiorparte delle attività) devono utilizzare i moduli appositi. Anche chi l’ha già presentata può integrare la propria domanda

Tutte le domande pervenute saranno poi valutate considerando solo i passivi. I pagamenti saranno distribuiti presumibilmente da fine gennaio.

E’ intenzione inoltre dell’amministrazione sostenere lo sport anche con investimenti sugli impianti continuando l’operazione di coibentazione delle 13 tensostrutture esistenti e riqualificando le piastre comunali con la costruzione di 4 ex novo.

Intervista a: 

  • SERGIO GIORDANI, Sindaco di Padova;
  • DIEGO BONAVINA, Assessore allo Sport – Comune di Padova
FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply