DAL CALCETTO, AI PUGNI: SEI GIOVANISSIMI DENUNCIATI

14 Gennaio 2022 15:36

Sono sei i ragazzini identificati e denunciati dalla Squadra Mobile della Questura di Padova che poco meno di un anno fa avevano messo in piedi una vera e propria spedizione punitiva contro due fratelli, loro coetanei.

I fatti erano avvenuti a Mortise, nel febbraio del 2021, culmine di una serie di banali screzi nati sui campi di calcetto della Provincia. Un gruppo di ragazzi di un paese della prima cintura urbana ed alcuni loro coetanei residenti in città, avevano maturato pesanti dissapori, che dopo essersi spostati sui social network, con reciproche offese e insulti, erano culminate in un incontro fisico.

Un incontro che per i due fratelli avrebbe dovuto essere chiarificatore, ma che era finito per degenerare gravemente: gli animi non si erano affatto rasserenati, e anzi, dopo ulteriori insulti e offese tra i ragazzi, si era arrivati addirittura alle mani, con il più grande dei due fratelli che se n’era tornato a casa con la mandibola fratturata.

Dopo la denuncia dei due padovani, la Polizia ha cominciato ad indagare sfogliando i messaggi scambiati con i rivali nei giorni precedenti, e oggi è riuscita ad identificare tutti i sei componenti del gruppo di amici che quella sera era venuto a Padova con l’intento di “regolare i conti”: due di loro, all’epoca dei fatti, erano ancora minorenni.

La Procura ha quindi iscritto nel registro degli indagati tutti i responsabili dell’aggressione, nomi noti alle forze dell’ordine perché con precedenti per reati in materia di stupefacenti e contro la persona, mentre ai due minori, uno dei quali nel frattempo ha compiuto 18 anni, è stato notificato l’Avviso di conclusione delle indagini.

Un altro giovane padovano, infine, è stato denunciato per rapina: l’autore, un quattordicenne padovano, aveva accerchiato con almeno cinque amici a spalleggiarlo due coetanei per strada, minacciandoli e strattonandoli per rubare loro un temperino e pochi spiccioli, addirittura spingendo a terra il padre di uno dei due ragazzi che era intervenuto in loro soccorso. Il giovane, segnalato alla Procura per i Minorenni di Venezia, è stato oggi denunciato per tentata rapina aggravata.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply