LAVORO IN VENETO: 2021 DI RIPRESA,MA NON ABBASTANZA

14 Gennaio 2022 13:54

Il 2021 del lavoro, in Veneto, si è concluso confermando le attese: la ripresa economica è stata sostenuta, ed ha permesso il rimbalzo dopo il crollo subito del 2020.

In Regione, si è registrato un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a 39.700 posti di lavoro in più, a fronte dei 26.000 del 2019 e dei 12.800 persi nel 2020.

Il numero di assunzioni è stato però inferiore del 9%, rispetto a due anni fa, soprattutto per effetto dell'andamento registrato nei primi quattro mesi dell'anno quando erano ancora in vigore importanti restrizioni, tra zone rosse e arancioni. Anche il mese di dicembre, a chiusura di un 2021 di ripresa, ha confermato la tendenza positiva : 5% di assunzioni e un saldo occupazione, seppur negativo come di consueto in questo periodo dell'anno, comunque migliore rispetto a due anni fa.

Non tutti i settori, ovviamente, seguono però la curva ascendente della ripresa. La flessione della domanda di lavoro è diffusa a tutti i settori con picchi del 30% di assunzioni in meno nell’occhialeria e del -22% nel turismo. Segno meno anche per industria conciaria (-17%), commercio (-10%), abbigliamento (-9%) e servizi alle imprese (-9%). A migliorare, e con percentuali importanti, sono invece le macchine elettriche ( 17%), la chimica-plastica ( 11%), le attività culturali ( 12%) e i servizi finanziari ( 11%).

A livello territoriale l'andamento del mercato del lavoro è risultato abbastanza omogeneo: in tutte le province i saldi sono positivi, con punte di 8.200 posti di lavoro dipendente guadagnati a Verona, 7.650 a Padova e 6.500 a Vicenza.

Le cessazioni dei contratti di lavoro sono risultate invece, complessivamente, 500.000: hanno prevalso nettamente quelle per fine termine (il 52% del totale) e le dimissioni (il 34%). Anche per effetto del divieto in vigore fino all'autunno, i licenziamenti economici si sono registrati invece dimezzati, se confrontati con quelli di due anni fa.

Tirando le somme, un dato finale fotografa la resistenza del Veneto al virus: considerando l'intero arco temporale della pandemia, dal 23 febbraio 2020 a oggi, il bilancio occupazionale è positivo in Regione per 17 mila posizioni lavorative.

 

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply