LA PARITÀ SALARIALE È LEGGE, UN SEGNO DI CIVILTÀ

09 Febbraio 2022 11:19

Un passo in avanti verso la lotta alle disuguaglianze. Durante l’ultimo consiglio regionale è stata approvata una legge, condivisa da tutte le forze politiche, per favorire la parità salariale tra uomo e donna nel lavoro.
Il testo prevede che la Regione stanzi 100mila euro come incentivi per le aziende che favoriscono il lavoro e le carriere femminili, oltre alla creazione di nuove campagne e azioni pubbliche per supportare l’occupazione delle donne. Inoltre, la Regione dovrà istituire un Registro per le imprese virtuose che tutelino e aiutino le donne e che potranno essere premiate con incentivi. Infine il sito della Giunta regionale dovrà offrire uno Sportello Donna per segnalare tutti i bandi e le offerte di lavoro destinati all’occupazione femminile.
Entusiasta il Presidente Luca Zaia per una legge che è un “segnale di civiltà e attenzione per evitare anche la più minima forma di discriminazione”. Soddisfatto anche il portavoce dell’opposizione Arturo Lorenzoni per l’approvazione del testo, anche se afferma che bisogna lavorare ancora a lungo per superare gli stereotipi di genere.
Abbiamo chiesto ai padovani se sono soddisfatti della legge e cos’altro si potrebbe fare per la parità.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply