L’INVASIONE DEI TAVOLINI DEI BAR

28 Maggio 2022 16:29

Quella dei plateatici è una battaglia annosa che divide.
Due fronti che vendono schierarsi da un lato; Comune e Soprintendenza con tasse e regole da far rispettare e dall’altro gli esercenti con le proprie esigenze. In molte città la questione tavolini bar è sfuggita sicuramente di mano, sono sorte zone in cui è quasi impossibile transitare. La manica larga di certe Amministrazioni italiane ha permesso il fiorire di tavolini praticamente ovunque nel tentativo di sostenere il comparto bar-ristorazione, specialmente durante i due anni pandemici. Il Governo ha sicuramente preso parte alla cosa offrendo la gratuità dei plateatici fino al 31 dicembre 2021 per poi prorogarne la scadenza al 31 maggio. Anche Padova ha il suo costante braccio di ferro. Partendo dal fatto che accontentare tutti sia impossibile in Italia, il costo al metro quadro nella città del Santo è di 37 cent. al giorno. Prima della pandemia erano 300 i locali con plateatico a Padova , attualmente se ne contano 500 mentre in provincia su 3.200 attività bar ristorazione 2.100 hanno tavolini all’aperto. A Padova inoltre sarà possibile scegliere se continuare a usufruire della concessione temporanea suolo pubblico pagando il corrispettivo al 31 luglio conteggiando però dalla data di scadenza della gratuità pagata dal Governo al Comune. Oltre alla tassa per l’occupazione del suolo pubblico che varia naturalmente dal posizionamento del locale, il 20% in più in centro storico, c’è da sommare anche la TARI tassa dei rifiuti.

L'intervista a : FABRIZIO GRAZIATI Pasticcere Ass.Provinciale Pubblici Esercizi Padova 

Servizio di EMILIANO SCHINCAGLIA

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply