PADOVA DI NUOVO FUORILEGGE PER I LIVELLI DI OZONO

20 Giugno 2022 10:55

Per il diciannovesimo anno di fila Padova è fuorilegge per i livelli di ozono.

A evidenziarlo sono i dati di Arpav, che rileva costantemente i valori di ozono in tutto il territorio del Veneto e domenica 19 giugno ha registrato il superamento del valore limite per la ventiseiesima volta, una in più di quanto consentito per essere considerati ancora all’interno dei limiti di legge. Un non invidiabile traguardo raggiunto in netto anticipo rispetto agli anni 2020 e 2021, quando il limite massimo annuale fu superato il 3 e 5 luglio.

In base alla legislazione vigente, il valore limite per la protezione della salute umana è fissato a 120 microgrammi per metro cubo d’aria.

Padova ha sempre superato la soglia annuale da quando l’Arpav ne raccoglie i dati.

Una situazione che preoccupa Legambiente, che evidenzia come serva riorganizzare la mobilità, ovvero, favorire l’uso della bicicletta e diffondere la micro mobilità elettrica, oltre a rivedere la politica della sosta potenziando i parcheggi scambiatori, e avviare infine la bicipolitana.

Gli effetti che l’ozono provoca a livello di salute sono l’aggravarsi dell’asma e di altre patologie respiratorie, quali enfisemi, bronchiti e polmoniti. Se l’esposizione si prolunga nel tempo, i danni saranno a lungo termine, con una riduzione della qualità e delle aspettative di vita.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply