NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI PER 39.350 MATURANDI VENETI

21 Giugno 2022 11:23

Notte prima degli esami per tantissimi studenti e studentesse che dopo tre anni di stravolgimenti dovuti all’emergenza sanitaria, vedono tornare gli esami nell’ordinaria forma scritta come ai tempi pre-Covid. Per i 39.350 maturandi residenti in Veneto, le prove scritte saranno due: la prima di italiano, uguale per tutti gli studenti e studentesse a livello nazionale, variabile tra analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione del testo argomentativo e riflessione critica su un tema di attualità; la seconda prova di indirizzo, che si terrà giovedì 23 giugno, focalizzata su una materia scelta dal Ministero dell’Istruzione in base all’indirizzo di studi di appartenenza. Al termine ci sarà il colloquio orale con inizio fissato per lunedì 27 giugno, che comincerà con l’analisi di un argomento scelto dalla commissione e che sarà seguito da una relazione da parte dello studente o un lavoro multimediale.

Nonostante il ritorno alla “normalità” con gli esami in presenza e la cessazione dell’obbligo di utilizzo della mascherina, che rimane solamente raccomandato in particolare in mancanza di distanziamento interpersonale, la possibilità di risultare positivi al virus è sempre dietro l’angolo. Per i candidati che saranno assenti per Covid e altri motivi debitamente documentati e certificati, sono state segnate delle prove suppletive per gli scritti, obbligatori da svolgere in presenza. Mercoledì 6 luglio verrà recuperata la prima prova e giovedì 7 luglio la seconda, mentre l’esame orale potrà essere svolto in modalità telematica. Nei casi eccezionali in cui non sarà possibile sostenere le prove neanche nelle sessioni suppletive o in videoconferenza, sarà possibile richiedere di sostenerle in una apposita sessione straordinaria. Tra l’ansia stessa degli esami e quella provocata da un possibile risultato positivo di un tampone, questa notte sarà comunque emozionante e memorabile per tutti i maturandi che tra qualche settimana potranno godersi le meritate vacanze estive.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply