FINISCE QUI, ADDIO TRA IL PADOVA E IL TECNICO ODDO

23 Giugno 2022 11:17

Si dividono del strade del Calcio Padova e dell’allenatore Massimo Oddo. Le parole del tecnico abruzzese dopo la sconfitta di Palermo, e le seguenti dichiarazioni aperturiste della dirigenza sul possibile rinnovo del suo contratto, in scadenza al 30 giungo, avevano fatto presagire che l’anno prossimo si sarebbe ripartiti dalla guida dell’area tecnica biancoscudata per ritentare la scalata alla serie B. E invece i colloqui degli ultimi giorni tra le parti, con il tecnico, l’ad Alessandra Bianchi e il diesse Mirabelli, incontratisi a Milano nella giornata di mercoledì, avevano fatto precipitare il tutto verso una fumata nera che si è poi concretizzata giovedì pomeriggio: con un comunicato ufficiale, il Padova ha annunciato che non verrà rinnovato il contratto del tecnico, e che di comune accordo le strade sue e della società si dividono qui.

Massimo Oddo, arrivato sulla panchina del Padova a fine febbraio dopo l’esonero di Massimo Pavanel, con un finale di stagione in crescendo aveva trascinato la squadra da un distacco di dieci punti dalla vetta fino al -2 dal Sudtirol, una rimonta clamorosa che per questione di centimetri non era stata coronata dalla promozione, sfuggita su quella parata di Poluzzi a Pelagatti al minuto 93 dello scontro diretto decisivo. Nel mezzo, la conquista della Coppa Italia, proprio a Bolzano, e poi l’appendice dei playoff, la finale conquistata non senza difficoltà e poi il doppio scontro finale col Palermo, perso senza che la squadra riuscisse veramente a lottare.

Considerazioni che oggi hanno portato al divorzio: da una parte il tecnico che chiedeva garanzie tecniche per riprovare la scalata, dall’altro la società che limerà il budget abbassando il monte ingaggi per la prossima stagione.

Ora il Padova si mette alla ricerca del suo sostituto: il profilo risponderà probabilmente a quello di un giovane emergente, con voglia di stupire e deciso a lavorare coi giovani e con un budget che, pur non di primissimo livello, sarà comunque importante per riprovare a conquistare la cadetteria.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply