MORTI SU DUE RUOTE GIÁ 8 NELL’ULTIMO MESE

14 Luglio 2022 11:38

Emergono nuovi dettagli, sull'incidente che mercoledì mattina, in piena Arcella, è costato la vita a Maher Majouri, 37enne tunisino rimasto ucciso dopo essere uscito di strada e aver terminato la sua corsa contro la serranda di un neogzio dietro la stazione. Dai primi riscontri, infatti, è emerso che nel violento impatto, il casco sarebbe volato via poiché non era regolarmente allacciato, e chwe il conducente era sprovvisto di patente sia per auto che per moto, e in passato era già stato fermato e sanzionato altre volte per lo stesso motivo: guidava lo scooter di un'altra persona, che la Polizia Locale sta cercando di rintracciare, quando ha perso la vita. Lo schianto nella dinamica è abbastanza chiaro, e per questo la Procura non ha al momento ritenuto di disporre l'autopsia sul corpo della vittima.

Ma questi dettagli non spostano la tragedia continua che sta vedendo protagoniste le strade padovane: quello che ha coinvolto il 37enne è uno dei tanti incidenti mortali che stanno avvenendo in provincia di Padova. Tra il 24 giugno e il 27 giugno erano stati 4 gli incidenti che sono costati la vita ad un 17enne di Altichiero, morto mentre era in sella a Limena insieme al padre, a un 29enne di Monselice e ad una coppia, padre e figlia originari del veneziano, schiantatisi fatalmente a Correzzola. Dall’inizio di luglio, quindi, altri due incidenti erano costati la vita a un 48enne, a Conche di Codevigo, e ad una 52enne, centrata frontalmente da un’auto sul cavalcavia Dalmazia in piena città di Padova. Meno di un mese, e già troppi morti sulle due ruote: un’emergenza che sembra non finire.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply