E’ MORTO STEFANO, PARTITO PER L’ULTIMA ARRAMPICATA

22 Settembre 2022 16:59

E' caduto in un burrone ed è stato ritrovato privo di vita nella mattinata del 22 settembre il ragazzo padovano di 25 anni disperso da 24 ore, da mercoledì 21 settembre, sulle Alpi Giulie Occidentali. Non ha fatto ritorno al Rifugio Pellarini da dove era partito alle 5 del mattino con l'intenzione di scalare, da solo, lo spigolo Deye Peters, una nota e difficile via di arrampicata che risale lo sperone Nord est della Torre delle Madri dei Camosci. Il gestore della struttura ricettiva ha riferito che ha tentato di dissuadere il giovane dal suo intento, senza riuscirvi.

Nella tarda serata di ieri è stata attivata la stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino del Friuli Venezia Giulia e la Guardia di Finanza, all'alba è decollato da Tolmezzo l'elicottero della Protezione Civile per la ricerca del ragazzo per poi ritrovarlo morto in un nevaio a Malborghetto Valbruna in provincia di Udine nella tarda mattinata.

Stefano Bazzacco, residente con la famiglia a Tombolo in provincia di Padova, lascia nello strazio oltre ai genitori anche due sorelle e molti parenti ed amici rimasti attoniti per quanto accaduto.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply