SMOG: PADOVA FUORI LEGGE DA ALMENO 19 ANNI

22 Settembre 2022 16:57

Con l’arrivo dell’autunno, Legambiente Padova pubblica il consuntivo finale dello smog estivo 2022 registrato nel territorio comunale. E i risultati non sono affatto positivi, dati il riscaldamento climatico e la crisi energetica che vi influiscono negativamente.

Quest’anno in città l’ozono ha superato di ben tre volte il limite massimo giornaliero consentito per legge di 25 giorni. A causa di questo dato negativo, il 2022 registra il più alto tasso di inquinamento degli ultimi 10 anni. Nello stesso lasso di tempo il livello più basso è stato nel 2014 ed era comunque superiore ai 25 giorni. Legambiente specifica infatti che, da quando, 19 anni fa, è stato introdotto il tetto alle emissioni di smog, a Padova l’ozono ha sempre superato i 25 giorni di tolleranza.

Il responsabile delle politiche anti-inquinamento di Legambiente Lucio Passi dichiara che per combattere l’inquinamento a Padova serve una importante riorganizzazione della città, ad esempio favorendo l’uso di biciclette e diffondendo la micro-mobilità elettrica. Non solo, secondo Passi sarebbe fondamentale anche ampliare le aree verdi all’interno della città. Una strada percorribile in questo senso è quella della trasformazione in parco dell’ex Caserma Prandina. Passi si dice, inoltre, deluso dalla campagna elettorale che non ha saputo dare la giusta importanza alla crisi climatica e ambientale in cui ci ritroviamo. Le tematiche di difesa dell’ambiente dal riscaldamento climatico, della crisi economica e della guerra, -sono facce della stessa medaglia da tenere in ugual considerazione. Si avverte l’importanza di investire sulle energie rinnovabili e di farlo al più presto.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply