CORRUZIONE E TANGENTI: SEI ARRESTI IN VENETO

corruzione-e-tangenti-sei-arresti-in-veneto
23 Gennaio 2023 13:07

Due ex sindaci di Santa Maria di Sala (Venezia), Nicola Fragomeni, attuale presidente del Consiglio Comunale e coordinatore provinciale di Coraggio Italia, e Ugo Zamengo, consigliere comunale, insieme a due manager della sanità padovana e due imprenditori padovani, sono stati arrestati nell'ambito di un'indagine per corruzione, legata alla vendita di un terreno per l'edificazione di una casa di riposo nel comune veneziano. Un'altra parte dell'indagine riguarda l'acquisto di mascherine e altri presidi sanitari, fatto con affidamento diretto da Fragomeni a un familiare, che avrebbe portato a un guadagno illecito di 60 mila euro.

Gli indagati sono stati tutti posti agli arresti domiciliari. Nel corso dell'indagine, svolta tra il 2019 e il 2022 con controlli, pedinamenti e analisi dei tabulati telefonici, è emerso che gli indagati avrebbero stipulato accordi illegali per la realizzazione della Rsa, al tempo in cui Fragomeni era primo cittadino di Santa Maria di Sala.

Un imprenditore aveva denunciato ai carabinieri, con una registrazione presa di nascosto, le tangenti che gli sarebbero state richieste per la compravendita di un terreno da destinare a Rsa, sospesa perché necessitava di un cambio di destinazione d'uso, da agricolo a edificabile. Per questo passaggio, per il quale era necessaria una delibera comunale, l'imprenditore avrebbe ricevuto indicazioni da parte dei pubblici funzionari che era necessario un versamento "extra", una somma definita "rilevante" da spartire tra gli amministratori.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply