DA MARTEDÌ SERA 48 ORE DI CHIUSURA PER I BENZINAI

23 Gennaio 2023 16:54

Serrande abbassate e distributori disattivati dalle ore 19 di martedì fino alla stessa ora di giovedì: scatta nelle prossime ore lo sciopero nazionale dei benzinai, indetto dalle sigle sindacali, Faib, Fegica, Figisc, Anisa e Confcommercio: per 48 ore tutti i distributori italiani faranno scattare la serrata, compresi gli impianti a self service: inevitabile, che nelle prossime ore scatti la corsa al rifornimento per chi nei prossimi due giorni sarà costretto a spostarsi, soprattutto per lavoro, ma troverà la stragrande maggioranza dei benzinai chiusa per sciopero.

I benzinai chiudono le loro pompe innanzitutto perché non accettano la scelta del governo di esporre, accanto al cartello dov'è indicato il prezzo del carburante, anche quello col prezzo medio nazionale, in un periodo in cui la discussione sulle tariffe dei carburanti rimane

A Padova e provincia sono 300 i distributori, comprese le cosiddette pompe bianche, ad essere coinvolti nello sciopero: nelle ultime ore hanno confermato la chiusura anche le sigle indipendenti come le reti Vega, San Marco petroli e Constantin. Non tutte le aree di servizio però aderiranno indistintamente: dovrebbero restare aperti innanzitutto gli impianti gestiti direttamente dalle compagnie petrolifere, tra cui quelli automatizzati di Eni Selfy, Q8 Easy ed Ip Matic. La chiusura degli impianti tuttavia non sarà mai totale perché una parte dei benzinai sarà comunque precettata: per tutte le 48 ore consecutive di sciopero, per esempio, continueranno regolarmente a lavorare le due aree di servizio di San Pelagio, vicino l'uscita di Terme Euganee, lungo l'autostrada A13 Padova-Bologna. Quanto alle altre che rimarranno aperte, anche a turnazione, al momento la Prefettura di Padova non ha invece diramato alcuna comunicazione.

 

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply