RINCARI: 25% SUL PESCATO PER COLPA DELLA GUERRA

17 Maggio 2022 11:04

Non decolla il comparto ittico di Chioggia, lo fanno però i prezzi per il consumatore finale. Due anni di pandemia ora i rincari legati alla guerra Russo/Ucraina molti pescherecci si trovano davanti a un bivio lavorare senza coprire le spese con il rischio di finire gambe all’aria o centellinare le uscite in mare con la speranza di riempire le stive confidando nella generosità dell’Adriatico. Cassette in polistirolo e carburante alle stelle i principali scogli per la categoria costretta a rimandare la tanto attesa ripresa, prevista proprio per questo 2022, alla prossima stagione. Risultato finale meno pescato e prezzi inavvicinabili per alcune prelibatezze.

L’intervista a: EMANUELE MAZZARO Direttore Generale Mercato Ittico Chioggia

Servizio di EMILIANO SCHINCAGLIA

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply